Gas tossici e missili che inducono il cancro contro la Striscia di Gaza

19/7/2014

Gaza-InfoPal. Israele sta usando “strani gas tossici” contro la popolazione della Striscia e missili che provocano il cancro. L’accusa arriva da due medici: il portavoce del ministero della Sanità di Gaza, dott. Ashraf al-Qudra, e il Erik Fosse, volontario norvegese.

Giovedì, al-Qudra ha dichiarato che “decine di palestinesi, compresi bambini, sono arrivati in ospedale con sintomi di soffocamento, dopo aver respirato gas sparati dall’esercito israeliano contro il nord e il sud della Striscia di Gaza”.

Il dott. Erik Fosse ha dichiarato Press TV che alcuni palestinesi sono stati feriti da un nuovo tipo di arma che anche i medici con precedenti esperienze in zone di guerra non riescono a riconoscere.

Fosse ha aggiunto che la maggioranza dei pazienti ricoverati negli ospedali di Gaza sono civili feriti in attacchi contro le loro case, e circa il 30 per cento sono bambini.

DIME e esperimenti sui palestinesi.

Dense Inert Metal Explosive, conosciute come DIME, sono già state testate più volte sulla popolazione di Gaza (anche durante Piombo Fuso, nell’inverno 2008-2009), che, secondo quanto scrive Electronic Intifada, sono usati come topi da laboratorio da tempo dall’industria bellica israeliana.

Le DIME contengono tungsteno, un metallo che provoca il cancro e che produce esplosioni che tagliano la carne e le ossa, spesso distruggendo completamente gli arti inferiori delle persone all’interno del raggio di esplosione.

Si vedano le immagini contenute in questo link: gli effetti delle bombe israeliane DIME su Gaza-Articoli e galleria

Nel passato, Israele ha usato armi proibite, comprese quelle all’uranio impoverito e al fosforo bianco, che è quasi impossibile da estinguere e lascia la vittima terribilmente bruciata e scarnificata, dovesse mai sopravvivere a un tale attacco.

(Fonti: Quds Press, Imemc, Electronic Intifada)

thanks to: Infopal

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.